Le migliori lenti a contatto per correggere i difetti visivi


Le lenti a contatto costituiscono una valida alternativa agli occhiali per correggere gli errori di rifrazione, come ipermetropia, miopia e astigmatismo. Esistono, però, anche tipi di lenti che possono essere una valida alternativa alle operazioni correttive agli occhi e che sono quindi più adatte ad alcuni tipi di pazienti.

Ma approfondiamo meglio quanti tipi di lenti esistono e quali sono le differenze.

I tipi di lenti:

Facciamo una panoramica sulle lenti a contatto esistenti oggi sul mercato:

  • Rigide: anche se meno confortevoli di quelle morbide, consentono una visione superiore e sono indicate in caso di allergie;
  • Rigide non gas permeabili (RPG): resistenti e più durevoli rispetto alle lenti a contatto morbide, sono più indicate per chi soffre di astigmatismo;
  • Morbide (a uso prolungato, monouso e “usa e getta”): come dice il nome sono tendenzialmente più morbide e offrono un maggiore comfort e permeabilità, adattandosi più facilmente alla forma dell’occhio;
  • Ibride: adatte a chi ha difficoltà a indossare le classiche lenti rigide;
  • Toriche: la peculiare focalizzazione a livello di superficie è particolarmente indicata per gli astigmatici;
  • Bifocali o multifocali: ideali per correggere la presbiopia, hanno più punti focali, quindi zone dedicate alla visione da vicino o da lontano.

A volte, però, si vorrebbe fare a meno anche delle lenti a contatto, non soltanto degli occhiali. Ecco allora che le lenti fachiche possono rappresentare una soluzione.

Che cosa sono le lenti fachiche?

Si tratta di un tipo di lente a contatto che non rientra nelle categorie già incontrate e che è una lente impiantabile. Si tratta di una tecnologia rivolta a pazienti di età compresa tra i 21 e 45 anni, non idonei alle tecniche laser, e una valida alternativa per correggere difetti di miopia, ipermetropia e astigmatismo.
La tecnologia delle lenti fachiche, detta anche ICL (Implantable Collamer Lens), permette di correggere questi difetti visivi nei seguenti range:

  • miopia: da -0,5 a -18 diottrie;
  • ipermetropia: da +0,5 a +10 diottrie;
  •  astigmatismo: fino a +6 diottrie.

Le lenti intraoculari fachiche, a base di un copolimero di collagene, vengono posizionate tra l’iride e il cristallino: le lenti rimangono in loco in modo permanente, anche se la procedura è completamente reversibile. L’intervento di innesto delle lenti fachiche dura circa 15 minuti ed è indolore: le lenti vengono inserite, infatti, in anestesia topica (bastano poche gocce di collirio) attraverso una incisione di circa 3 mm.
Inoltre, il copolimero di collagene è un materiale soffice e pieghevole e assolutamente biocompatibile.

Quali sono i vantaggi delle lenti fachiche ICL?

I vantaggi principali delle lenti ICL sono:

  • qualità visiva eccellente;
  • brevissimi tempi di recupero post-operazione: il recupero visivo è praticamente immediato e già dal giorno successivo all’operazione è possibile tornare alle proprie attività abituali;
  • l’entità dei difetti refrattivi correggibili supera quella della chirurgia con laser;
  • la procedura è reversibile.

Quali sono i pazienti che possono trarre vantaggio dalle lenti intraoculari fachiche?

Per chi desidera liberarsi di occhiali e delle classiche lenti a contatto, e correggere i difetti di tipo miopico, astigmatico e ipermetropico. Si tratta, infatti, di un’alternativa agli interventi al laser che permettono la massima qualità visiva per il paziente.
In pazienti sotto i 21 anni di età o per chi ha un difetto refrattivo troppo elevato (ad esempio miopie oltre le 7 diottrie), oppure per chi ha la cornea troppo sottile, l’installazione di lenti fachiche rappresenta un’ottima soluzione.

 

Scopri di più sulle lenti fachiche e contattaci per prenotare un colloquio informativo gratuito.